Valter Tagliazucchi

rkyUwVBg
Ma non chiamatelo Maestro.
Lui sostiene di essere un ‘bidello’ della pasticceria, che nelle sue mani ha trovato continua evoluzione.

Grande, in tutti i sensi, lievitista ha trovato la sua dimensione tra i saccaromiceti ed i panettoni.

Non chiedetegli cosa gli piace fare, perchè vi risponderà che in realtà fa il cantante.

E’ per questo forse che i suoi panettoni sono così buoni? Li lievita a tempo di musica?

I segreti non vanno svelati ovviamente ma se vi capiterà di entrare nel suo laboratorio sicuramente sarete accolti da buona musica.

Stella Tagliazucchi

Nomen omen si dice così no?

Secondogenita di Valter e Patrizia dopo un giro attorno al mondo è riapprodata nella azienda di famiglia dove si destreggia tra relazioni e zone commerciali.

Ha a cuore il Giamberlano e il lievito madre che considera ormai come uno di famiglia.

Dice che lavorare in famiglia è la più grande delle sfide, ma non ha paura di niente e non è abituata a perdere.

Impara ogni giorno qualcosa e cerca di sorridere sempre anche nei momenti di tensione.

Ha un cane che si chiama Vittorio a cui anche lei, con meno abilità del padre, canta canzoni

23Mel_23A4187

Marco Giuseppe Matteo, ma tutti lo chiamano Peter

se siete fortunati come Valter, avrete un braccio destro così.

ONE MAN SHOW, versatile e disponibile, capace e paziente.

Da sempre parte del Giamberlano, nella buona e nella cattiva sorte.

Lombardo d’importazione ma Pavullese nell’anima.

Ago della bilancia in decisioni importanti riveste questo ruolo con rilassatezza e con la stessa fa il pasticcere.

Qualcosa che non va ce l’ha anche lui, ma quando i pregi superano i difetti tutto passa in secondo piano.

Odia particolarmente il martedì.

Donatella Casadei

Da Colleferro con amore e delicatezza.

Lei è Mrs PASTA DI ZUCCHERO che con le sue preziose mani decora ed esaudisce ogni desiderio fatto a forma di torta.

Con la sua gentilezza poi serve i clienti e si ricorda di ognuno di loro indovinando i gusti e accontentandoli.

Entrata al Giamberlano a piccoli passi ora senza di lei non si può più stare.

Leale ed appassionata, ogni tanto allieta il laboratorio con stornelli romani sempre adatti alla situazione.

Bellissime decorazioni come le sue possono nascere solo se dietro si cela una gran passione e tanto studio., un valore aggiunto per tutta la squadra.

 

Datele un po’ di pasta model e salverà il mondo!

Patrizia Ricci

Vero baluardo di tutto il Giamberlano.

Timida e odia le foto ma con la sua forza da gregario tiene sull’attenti l’intera brigata.

Chiunque sia passato dal Giamberlano riconosce in Patrizia una forza immensa di portare avanti il lavoro e di sostenere con immensa pazienza l’artista di casa: Valter.

E’ insieme a lui dal lontano ’79 a dimostrazione ancora una volta che costanza e dedizione possono portare avanti grandi aziende e grandi storie d’amore.

Non continuiamo la descrizione di Patrizia che non ama essere al centro dell’attenzione ma quando scrivono che dietro ad un grande uomo c’è sempre una grande donna parlano di lei.

Fabio Menconi

Un altro acquisto fuori regione per il team Giamberlano, direttamente dal Piemonte.

Lui che di calcio se ne intende è approdato a Pavullo per una stagione… e poi c’è rimasto.

Vero bomber del lievito e grande promessa dei panettoni.

Non c’è calcio di rigore da tirare che lo preoccupi di più di una corretta lievitazione.

Dal più giovane della squadra è passato ad incarichi di maggior responsabilità in poco tempo.

Crescita ed impegno come segno distintivo.

 

 

IMG_0414

Nicola Scala

Non esiste una bella storia senza un grande inizio, e se scriviamo di Nicola dobbiamo per forza parlare dell’inizio.

Da SEMPRE al Giamberlano, Campano di importazione, fondamenta e arredamento della azienda, una parte di vita l’ha dedicata tutta a fare il pasticcere.

Papà e nonno premuroso con lo stesso amore cura ogni dettaglio delle sue preparazioni.

A volte silenzioso, a volte fischiettante, mai assente e sempre disponibile.

Anima Mia è la sua canzone preferita, per la gioia dei suoi colleghi.

 

Se non c’è si sente.

Sabrina Consani

La vera detentrice del potere in azienda è lei, responsabile amministrativa che anche alle 3 di notte fa tornare i conti alla perfezione.

Mamma attenta, contabile precisa, ha rivoluzionato il Giamberlano con la sua presenza delicata e sempre gentile.

Di solito non si pensa che in una pasticceria ci sia molta burocrazia: RICREDETEVI e sperate di trovare una come Sabrina sempre pronta.

Catapultata in questo settore da ambienti totalmente diversi ha saputo in breve tempo adattarsi e destreggiarsi tra bilanci e torte come se nulla fosse.

 

 

God save SABRINA!

Chiara Rizzioli

Come vi sentite quando entrate da noi e acquistate il panettone? Bene vero?

Ecco Chiara, da quando è arrivata ha dato immediatamente il suo apporto e supporto alla produzione, e noi da quando è arrivata lei ci sentiamo bene.

Non è sempre facile entrare a far parte di una azienda in corsa, ma una delle tante capacità dimostrate da Chiara è proprio questa!

Non le manca mai il sorriso, la puntalità e la precisione.

Bolognese di nascita ma a Pavullo la teniamo molto volentieri!

 

Giù le mani da Chiara, la teniamo in ostaggio al Giamberlano!

 

Lorenzo Giacobazzi

Finalmente un PAVULLESE!

Con Lorenzo, dal primo stage, quando ancora era più giovane di così, è stato amore!

Capace e sveglio, lo abbiamo acchiappato al volo e speriamo non scappi mai!

Silenziosamente e in maniera efficace gestisce il grande mare delle torte moderne. 

Sa essere sorridente anche quando il lavoro si fa intenso, ha conquistato la fiducia dell’intero laboratorio dopo dieci minuti.

 

E se questo è solo l’inizio? Sarà un bello spettacolo

 

Federica Revello

Il viaggio che ci ha fatto incontrare Federica è partito da lontano, da una bisononna.

Dolce e gentile, attenta e sempre pronta ad appuntarsi qualcosa che ha scoperto o non si vuole dimenticare!

Catapultata dalla Liguria a Pavullo, non c’è il mare ma un grande laboratorio che illumina i suoi grandi occhi e le sue giornate.

Le insegni una cosa e subito dopo la sa replicare nella identica maniera, una dote rara.

Siamo contenti di averla con noi, ringiovanisce con la sua forza e rallegra anche periodi un po’ concitati.

Brava Federica, avanti così!

 

Walter Di Matteo

Già chiamarsi Walter dentro al Giamberlano è una bella responsabilità, ma se sei giovane e della Basilicata non hai paura di niente.

Anche lui da lontano fino a Pavullo per abbracciare la grande e preziosa arte del lievito madre.

E’ stato amore a prima vista, o a primo impasto che dir si voglia.

Stacanovista e preciso, laborioso e tenace.


Ha già il suo soprannome, che per tradizione al Giamberlano può solo portare grande fortuna.