"I dolci creano armonia ed emozioni, un pò come la musica. Sono un modo per volersi bene, nutrendo gli occhi, il palato e l'anima."

“Sono 40 anni che faccio dolci, ho cominciato quando avevo 14 anni, aiutando mio padre a preparare  i suoi biscotti. Capivo che avevo qualcosa da dire nel settore: così sono partito con la pasticceria fresca e le torte.”

Da allora questi biscottoni, senza olio di palma e con solo ingredienti naturali e controllati, sono un caposaldo della produzione della pasticceria.

Con lo stesso amore con cui ci si prende cura delle nostre origini, ora come allora continuo a preparare e confezionare i “Biscotti del Frignano”.

Ideali per la colazione, sfiziosi e genuini come tutta la linea della Pasticceria. 

Un grande e semplice prodotto.

Era il 1984: allora rilevai la mia prima attività a Pavullo, insieme a mia moglie Patrizia. E da lì ho iniziato un’avventura incredibile fatta tanto di estro, quanto di voglia di imparare dai maestri. 

Ho studiato sui grandi libri, incontrato Danilo Freguja e poi altre icone pasticcere come Teresio Busnelli e Achille Zoia, l’artefice della pasta lievitata moderna.

 

Così arrivarono le creazioni che mi hanno proiettato sui palcoscenici internazionali, a cominciare dalla “Torta Montecuccoli” (mandorle e cioccolato) dedicata al condottiero pavullese, che nel 2002 mi fece avere il quinto posto su duemila partecipanti, al Grand Prix della Pasticceria di Vienna. 

L’anno dopo, con la “Rosa Nera” (mousse al cioccolato fondente con palet alle nocciole croccanti), ho conquistato il Gran Premio di Barcellona. 

 

Nel 2007 invece ho vinto la medaglia d’oro al Chocolate- Masters con Passione Rossa (una formidabile torta moderna che combina molti sapori lasciando la voglia di mangiare la fetta seguente), dedicata alle gioie e sofferenze di Enzo Ferrari. Poi, la prova panettone, mi ha portato a creare lo “Spaziale”, con l’eccezionale uva zibibbo cilena e il “Sandrone”, dove l’impasto al cioccolato si sposa con le ciliegie di Vignola. 

Quest’ arte mi ha condotto nel circuito di Davide Paolini di Radio 24 che promuove il panettone tutto l’anno. Con l’aiuto di mio figlio Nicolò, sforniamo nell’arco di 12 mesi 10mila panettoni, che arrivano fino in USA, Giappone e Corea. 

In Italia sono diventato uno dei più importanti maestri del lievito madre. “